© Maurizio Giovannoni | Piazza Camerino 8 00182 | Tel.+39 333 6554263 | © Copyright 2016

HOME

TELLING

Hometelling.

Home come casa.

Telling come racconto.

 

Cos’è quindi l’Hometelling? È il mio approccio al mondo dell’architettura e dell’interior design. È un metodo che permette di migliorare l’esperienza creativa, dalla fase di ideazione alla “cantierizzazione” di un progetto, rendendola un processo organizzato, partecipato e consapevole. Io e te, assieme, racconteremo non solo un ambiente, una casa: parleremo di te al mondo.

 

Hometelling: raccontami di te e la tua casa parlerà di te

L’hometelling propone all’architetto una sfida: considerare la necessità di un rapporto diverso con i clienti, più maturi e consapevoli di prima. Oggi i clienti hanno spostato il focus da una visione “design centered” a una “user centered”. In parole semplici: i clienti vogliono interagire, a stretto contatto, con l’architetto. Compresa questa necessità, con l’hometelling facilito e oriento l’intero processo creativo, salvaguardando con competenza gli aspetti tecnici e tecnologici.

 

Se mi sceglierai per il restyling, l’home staging o il relooking di casa tua, ogni progetto non sarà solo l’insieme di elementi, mobili, colori. Io e te assieme faremo diventare ogni progetto un percorso emozionale, ricco di senso: ogni colore, ogni pezzo, l’intero spazio racconterà qualcosa di te.​

 

Le fasi cruciali del metodo Hometelling

Il Briefing

Il briefing è un momento fondamentale. È il primo passo che porta l’architetto a conoscere il cliente. In questa fase ci incontriamo: mi farai capire le tue esigenze, i tuoi gusti, le tue aspettative. Qui è quando si instaura l’empatia, necessaria per dar vita a un progetto pieno di vita, a tua immagine.

 

Nell’Hometelling, però, il briefing non si esaurisce in un primo, sterile incontro. Non pensare di dover compilare freddi e noiosi moduli standard. No. Ci vedremo diverse volte. Un caffè assieme, due chiacchiere: momenti di scambio importanti per aggiungere valore alla casa dei tuoi sogni.

Il cantiere

Il cantiere è spesso l’arena dove si incontrano impresa, architetto e cliente. È uno spazio carico di tensioni. Tensioni che, per forza di cose, possono emergere.

 

Nell’Hometelling queste tensioni vengono smorzate dalla partecipazione attiva del cliente. Cliente che, anche qui, è co-attore.

 

Pensa che in alcuni progetti il cliente è intervenuto egli stesso nella fase di cantiere: c’è chi ha voluto appendere i lampadari, chi ha montato delle mensole. Il cliente si muove assieme al progetto – o è il contrario? Ma sì, che importa! – e diventa via via sempre più consapevole degli elementi da selezionare, dei mobili e degli accessori da inserire. In questo modo si sente, ti sentirai, gratificato: non sarai solo un attore passivo, ma diventerai tu stesso parte integrante del progetto.

 

Lo shooting

Preparati a trasformare la tua casa nel palcoscenico della più bella storia: la tua. In questa fase, forse la più divertente, scatteremo delle foto che mostreranno i risultati del lavoro fatto (restyling, home staging, relooking che esso sia). Posizioneremo oggetti come dei veri stylist e immortaleremo gli ambienti in modo ultra professionale. Sarà infatti un fotografo qualificato a fare gli scatti.


Sei pronto a diventare la prossima #casadi…?

img_5639.png